Inverno, dolce dormire

letargo

Inverno, dolce dormire

In questi mesi invernali, prosegue il lavoro dei chirotterologi per monitorare i principali rifugi dei pipistrelli in Toscana. I rifugi di ibernazione sono generalmente grotte, miniere e cavità sotterranee da vario tipo.

È stato trovato un buon numero di esemplari di due specie tipicamente troglofile (che vivono in grotte): Rinolofo maggiore (o Ferro di cavallo maggiore, una delle specie più diffuse) e Miniottero (il pipistrello con il più vasto areale al mondo e anche il più abbondante, dopo il pipistrello dalla coda libera messicano).

In due vecchie miniere (di cui taciamo il nome per motivi di tutela) sono stati rilevati pochi giorni fa centinaia di esemplari, sprofondati in un sonno profondo, immobili, con temperature intorno agli 11 gradi.

I chirotterologi della Specola lanciano un appello: chiunque si imbatta in pipistrelli in letargo, lo segnali (anche scrivendo al nostro sito). In questo modo potrà partecipare a una ricerca scientifica fondamentale per lo studio, la conoscenza e la tutela dei pipistrelli.

Nelle due foto (realizzate da Paolo Agnelli): a destra, esemplare di Rinolofo minore, a sinistra, colonia di Miniotteri (i puntini azzurri sono stati inseriti dagli scienziati per contare gli esemplari in modo più preciso).

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.