Pesticidi e salute

Studi e ricerche

Pesticidi e salute

Siamo ancora in inverno, ma la primavera si avvicina e, con essa, torneranno puntuali le zanzare e si porrà nuovamente il problema della loro limitazione, con il dilemma “pesticidi o no”.

A tal proposito è disponibile il volume realizzato da Paolo Agnelli e da alcuni suoi colleghi dell'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) sugli effetti dei pesticidi usati contro le zanzare.  È un documento importante per la nostra salute e per la corretta gestione dell'ambiente. Stavolta si è mosso un Ente statale importante (l'Ispra, appunto) che si occupa proprio di ricerche ambientali ed è l'occasione giusta per dare una svolta all'uso troppo disinvolto dei pesticidi. Ecco il link per scaricare il volume

http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/quaderni/ambiente-e-societa/impatto-sugli-ecosistemi-e-sugli-esseri-viventi-delle-sostanze-sintetiche-utilizzati-nella-profilassi-anti-zanzara/view

Ed ecco un breve passaggio:

“Nella biosfera ogni anno sono liberate oltre 250.000.000 di tonnellate di prodotti organici di sintesi, tra cui 2.000.000 di tonnellate di pesticidi. In Italia si tratta di 175.000 tonnellate, cioè circa 3 kg a testa ogni anno1 . Solo una piccola parte di queste sostanze (circa lo 0,1%) raggiunge il bersaglio, il resto produce effetti dannosi sia per l'ambiente che per le persone:

- contaminazione e decesso di uccelli, pipistrelli e insetti predatori

- contaminazione di fiumi, laghi e mari

- alterazione delle catene trofiche di terra, acqua e atmosfera

- comparsa di residui tossici nei prodotti alimentari

- conseguenze sulla salute dei consumatori

- intossicazione degli esseri umani

- aumento delle resistenze degli organismi bersaglio e parallela scomparsa dei loro predatori naturali”.

Pensiamoci bene prima di usarli, e pensiamo ai metodi alternativi.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.