Pipistrelli al Bioparco di Roma

conoscerli meglio

Pipistrelli al Bioparco di Roma

Dopo gli incontri di ottobre e novembre, tornano con tre appuntamenti speciali, i weekend al Bioparco: dalle 11 alle 16, presso l’area tematica Farfalle & Co, il 29 dicembre e il 5 e 6 gennaio, sarà possibile incontrare davvero da vicino i pipistrelli per conoscerli e imparare a proteggerli. Guide speciali la dottoressa Alessandra Tomassini e il suo staff, dell’associazione di volontariato Tutela pipistrelli Onlus, che saranno a disposizione dei visitatori, grandi e piccoli.

Gli esemplari presenti nella mostra tematica sui chirotteri al Bioparco provengono dal Centro recupero fauna selvatica della Lipu e non possono essere rilasciati in natura perché inetti al volo. Nell’area ci saranno in particolare il Molosso di Cestoni (Tadarida teniotis) e il Pipistrello albolimbato (Pipistrellus kuhlii).

Il primo è lungo poco meno di 10 cm, ha una apertura alare di 30-40 cm e pesa dai 25 ai 50 g. Durante il giorno cerca riparo in crepe delle pareti o fra le rocce. È molto resistente al freddo ed è in attività anche con temperature prossime agli 0 °C. Pur essendo una specie stanziale, non esita ad allontanarsi dal rifugio anche di centinaia di km. Ha un volo vivace e rettilineo, simile a quello dei rondoni.

Il secondo fa parte dei cosiddetti pipistrelli antropofili (vivono a stretto contatto con l’uomo); i loro rifugi, infatti, sono sottotetti, cantine, ripari fra le grondaie e i muri. Spesso vediamo il pipistrello albolimbato cacciare sotto i lampioni.

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.